LO PSICOLOGO: DOMANDE E RISPOSTE

Quando si parla di psicologia e di psicologi, sono molte le domande a cui si vorrebbe una risposta, le curiosità ma anche le paure che sorgono.
Qualche volta qualcuno, nonostante sappia di aver bisogno dello psicologo, è indeciso se chiamare e prendere un appuntamento oppure no, perché si lascia travolgere dai dubbi e dai timori.
Lo Psicologo è una figura intorno alla quale aleggiano parecchie voci (e anche pregiudizi), vediamo quindi di trattare i più frequenti:

1. Chi è lo Psicologo e cosa fa?

Ve lo dico citando un pezzo dell’articolo 1 della legge che definisce la professione dello Psicologo (56/89):

La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.

2. Come opera lo Psicologo?

La psicologia è una professione sanitaria, al servizio quindi della salute e del benessere della persona.
Lo psicologo aiuta le persone in momenti di difficoltà personali, o familiari, o sociali, nella conoscenza approfondita di sé e delle proprie problematiche. Mette a disposizione i suoi strumenti per favorire il cambiamento positivo e il benessere.
Interviene anche in casi in cui le persone si sentono bene, ma vogliono conoscere meglio se stesse, i propri rapporti e migliorare la qualità della vita.
Lo psicologo, inoltre, opera anche nella comunità e nel sociale, come ad esempio nelle scuole, nelle aziende e nello sport.

3. Ce la posso fare da solo

Su internet e nelle librerie è facile trovare letture che hanno lo scopo di aiutare le persone a risolvere da sole i propri problemi. Questi materiali fai-da-te, anche se si ispirano a veri studi di psicologia, illudono le persone di potercela fare da sole, e non fanno altro che peggiorarne lo stato, portandole ad un accumulo di “materiali terapeutici” nell’illusione di essere i terapeuti di se stessi.
In realtà non funziona così: affidarsi ad un vero terapeuta è una scelta più sana, ed una strategia più veloce.
“Farcela da soli” significa prendersi cura di sé nel modo giusto, e lo si fa solo scegliendo un vero psicologo.

4. Per andare dallo Psicologo bisogna essere “matti”?

Questo è un pregiudizio antico quanto l’universo, secondo cui solo le persone con gravi problemi si rivolgevano allo psicologo. Anche se ormai è solo un pregiudizio senza fondamento, molte persone ancora ci credono e per questo hanno difficoltà ad andare, o anche solo a contattare uno psicologo. Ma in realtà, se leggete il punto precedente “come opera lo psicologo” vi accorgerete da soli che ormai è una credenza falsa.

5. Lo Psicologo è costoso

Lo psicologo è come qualsiasi altro professionista. Come esiste il dentista, o l’ortopedico, che si occupano di determinate problematiche, allo stesso modo esiste lo psicologo che ha la sua specializzazione nella salute; né più, né meno. Come per ogni altro professionista, quindi, il suo costo è variabile a seconda dell’intervento da fare e/o della persona a cui vi rivolgete.
Per conoscere il costo di ognuno, semplicemente basta chiamare e chiedere chiarimenti, vi accorgerete che così facendo sfaterete da soli gran parte dei miti riguardo questa figura.