Non farsi più mettere i piedi in testa: i consigli pratici

Nella vita capita spesso di trovare persone che cercano gli altri per sfruttarli. Probabilmente sarà successo anche a te di avere nella tua vita una persona che ti ha sfruttato o ha cercato di farlo, mettendoti i piedi in testa in qualche modo.
Qualche volta si tratta anche di persone vicine, come ad esempio un familiare, il proprio partner o il datore di lavoro.
Cosa spinge le persone a sfruttare gli altri? A volte si tratta di mania di controllo sull’altro: questi individui hanno bisogno di controllare chi hanno intorno e fargli fare ciò che vogliono.
Altre volte si tratta di persone che vogliono scaricare le incombenze sugli altri, lavandosene le mani.
Come fare a non farsi sfruttare più? Ecco alcune piccole ed efficaci strategie.


1. Smetti di volerli cambiare


Quando hai a che fare con persone che tendono a controllare gli altri e a mettere i piedi in testa a chiunque, la tentazione è quella di volerli far ragionare. Allora ci parli, cerchi di fargli vedere le cose dal tuo punto di vista e fargli capire che non è giusto usare gli altri. 
Smetti di farlo. 
Le persone che controllano gli altri, non cambieranno perché sei tu a dirglielo. Loro sono mosse da bisogni profondi che tu non puoi cambiare. 


2. Per non farti mettere i piedi in testa, cambia te stesso


Non cercare di cambiare gli altri, ma cambia te stesso. Se loro ti sfruttano e ti mettono i piedi in testa è perché tu li lasci fare. Il loro carattere dominante ha la meglio su di te che forse sei più accondiscendente e remissivo. Analizza queste tue caratteristiche e cerca un modo per farti sottomettere di meno. Se non riesci a cambiare da solo, cerca l’aiuto di un esperto.

3. Basta piedi in testa, metti dei confini 


Ci sono alcune persone che non si limitano a sfruttare gli altri e a mettergli i piedi in testa, ma entrano nella loro vita e li manipolano in ogni modo. Ecco, sono dei manipolatori che sanno come entrare nelle esistenze altrui.
Dove c’è un manipolatore che entra nella vita di qualcuno, c’è un manipolato che lo lascia entrare. 
È difficile sfuggire a queste persone, ma mettere dei confini può risultare molto utile. Metti dei paletti tra te e loro: non parlargli di cose che ti stanno a cuore, non cominciare discussioni lunghe, riduci al minimo le uscite insieme a loro. Insomma, stai nel tuo e fai in modo che queste persone stiano nel loro territorio. 

4. Scappa

Come abbiamo già visto, non serve a nulla cercare di convincere certe persone o farci amicizia per non farsi più mettere i piedi in testa. Le persone non si cambiano ed è ancor più difficile cercare di cambiare un manipolatore. A volte l’unica possibilità che si ha, e l’unica cosa sana da fare, è scappare, allontanarsi. 


5. Riprenditi la tua vita

Molto spesso, quando sei stato sfruttato per lungo tempo e/o sei succube di uno sfruttatore/manipolatore, perdi di vista le tue priorità e vivi la vita in funzione delle dinamiche che stai vivendo con chi ti fa del male. Per ristabilire il tuo equilibrio e ritrovare la serenità perduta, devi concentrarti su te stesso: chi sei, cosa vuoi e che persona saresti se nella tua vita non ci fossero persone tossiche che ti sfruttano. 
Ricostruire la tua vita dopo averne perso il controllo è molto difficile, ma non impossibile: inizia con piccoli passi.

Ti sono mai capitate esperienze simili? Se vuoi, condividile con me e lasciami un commento!

Author: GabrieleVittorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *