Depressione estiva: la Sindrome Affettiva Stagionale

Spread the love

Le giornate stanno diventando più calde, alcune domeniche sarebbe proprio il caso di staccare la spina e cominciare a rivedere le spiagge e riprendere contatto con la sabbia calda, vero?
No, non sempre.

La depressione stagionale è dietro l’angolo.
Non tutti hanno voglia d’estate, anzi. Quando le temperature salgono, le giornate si allungano e la bella stagione si avvicina, l’umore può andare giù. Anche qui abbiamo parlato dei “danni” delle vacanze.

Essere metereopatici: cosa significa?

E’ metereopatico chi sente la tristezza che arriva quando la stagione cambia e le piogge diventano più frequenti. Quando il mondo intorno diventa uggioso, le pioggerelline richiedono il cambio di stagione e riprendono le attività tipiche autunnali e invernali. La malinconia si associa a questi elementi e può diventare motivo dominante di tutta la giornata, sfociando in una depressione in piena regola.
Ma questo fenomeno, a quanto pare non è solo invernale, vale anche per le altre stagioni: si può diventare più tristi anche quando le temperature cominciano a salire, ovvero quando inizia la bella stagione.
Un elemento molto importante che entra in gioco nel presentarsi di questa condizione è l’esposizione alla luce, che influenza il livello di Serotonina, responsabile dei cambiamenti d’umore, e una reazione spropositata della retina alla luce.

Depressione Estiva: la Sindrome Affettiva Stagionale

La Sindrome Affettiva Stagionale, detta comunemente Depressione Stagionale si caratterizza per la presenza di sintomi depressivi in alcuni periodi specifici dell’anno.
Le sue tipiche caratteristiche sono:
Stanchezza,
tono dell’umore basso,
difficoltà di concentrazione,
disturbi del sonno,
cambiamenti dell’appetito,
ansia,
irritabilità,
cambiamenti nel desiderio sessuale.

Non bisogna sottovalutare i sintomi della Depressione Stagionale, specialmente se si protraggono per diversi mesi e diversi anni, cioè ciclicamente, poiché potrebbero sfociare in problematiche molto serie. E’ importante accorgersi di ciò che sta accadendo all’interno di se stessi e fare prevenzione: alle prime avvisaglie, rivolgetevi ad un esperto!

Facebook Comments

Author: GabrieleVittorio

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
quasi40anni
4 anni fa

Il titolo di questo blog lo diro’ad una mia amica depressa cronica, sperando che anche lei ci trovi l’ironia della dicotomia.

Dama Con il Cappello

Io come avrai visto sono una persona piuttosto allegra e solare, ma devo dirti che sinceramente odio l’estate e aspetto sempre con ansia settembre!
Il bel tempo mi mette proprio di cattivo umore, ma io sono anche un po’ strana e quindi forse per me è normale!

Dama Con il Cappello

Si ho visto!

trackback

[…] non c’è malattia, la persona non è segnata, non è marchiata, è “come noi altri” (oppure è “Metereopatica”. Clicca qui per saperne di più). Ma se non c’è patologia..non c’è neanche una cura! Forse un intervento di ristrutturazione […]