Spread the love

10 strategie per scrivere un curriculum vitae efficace

Cercare lavoro è un vero e proprio lavoro. Cercare annunci di lavoro e inviare candidature può essere fonte di stress e stanchezza, specialmente se è difficile trovare anche una sola occasione di colloquio. La stesura del curriculum è una vera e propria arte, nonché un momento fondamentale durante il processo di ricerca di lavoro. Vediamo come scrivere un curriculum vitae efficace.
In fondo all’articolo troverai un file da scaricare liberamente e conservare!

1. Per chi scrivi?

Il curriculum vitae serve a dire alle aziende chi sei, cosa fai e qual è il contributo che, più degli altri, puoi portare. Uno degli errori più frequenti durante la stesura di un documento simile, è quello di scrivere per se stessi, un po’ per chiarirsi le idee, un po’ per vanità personale.
Ecco, non scrivere per te stesso, ma per chi ti leggerà davvero, cioè le aziende e/o gli addetti alla selezione del personale. Ciò che si deve evincere dal tuo curriculum, perciò, sono le informazioni sul tuo lavoro e sulle mansioni svolte, i tuoi titoli di studio e la tua formazione. Tutto ciò deve essere presentato in una forma chiara e in un italiano corretto, niente di più.

2. Scrivere un curriculum vitae efficace: basta mail fantasiose

L’email è il tuo biglietto da visita, nonché il tramite tra te e l’azienda. Presumibilmente (e te lo auguro) il tuo indirizzo di posta elettronica verrà usato da chi vuole mettersi in contatto con te per darti una possibilità lavorativa. È per questo che per scrivere un curriculum vitae efficace la mail deve essere sobria e, se possibile, composta da nome.cognome e dominio. Tutti abbiamo o abbiamo avuto una mail fantasiosa, ma è il momento di metterla da parte, almeno per questioni di lavoro. Basta “antonioillupetto” o “butterflycecilia”, diamo un freno alla creatività.

3. Il titolo deve essere il tuo nome

Molti dei curriculum che mi passano tra le mani riportano come titolo la parola “Curriculum” oppure “Curriculum europeo”. Quando questo tipo di documento viene aperto, invece, la cosa migliore da trovarsi davanti è, semplicemente, il nome del candidato. Per scrivere un curriculum vitae efficace non scrivere “Curriculum Vitae” o “lettera di presentazione” in cima e non lasciare la dicitura “europass”. La stessa cosa a piè di pagina: metti in evidenza il tuo nome, è la cosa più importante.

4. Per scrivere un curriculum vitae efficace non mentire

Molti pensano che per impressionare positivamente le aziende, il curriculum vitae debba essere perfetto e senza crepe. Ma siccome la vita non è perfetta e senza crepe, allora si è convinti che la cosa migliore da fare sia mentire. Inventare posizioni lavorative mai ricoperte o competenze mai acquisite. Ebbene, per scrivere un curriculum vitae efficace la menzogna è l’ultima cosa da fare. È un’arma a doppio taglio, anche perché in fase di colloquio le falle emergono e, cosa peggiore, se proprio si supera la selezione, sul campo la tua prestazione sarà scadente. Sii onesto: piuttosto che mentire, impara a dar valore alle esperienze e alle caratteristiche che già hai.

5. Rimuovi tutte le cose inutili

Ciò che la mia esperienza professionale mi ha portato a realizzare, è che si tende ad infarcire il curriculum di tante informazioni, spesso inutili, solo per “arricchirlo”. Mettiamo in chiaro un punto fondamentale: gli abbellimenti inutili possono provocare anche l’effetto contrario, risultando disturbanti e scoraggiando la lettura. Per scrivere un curriculum vitae efficace lo stile e l’impaginazione sono importanti, ma non lasciarti prendere la mano. Rimuovi i paroloni inutili e abusati e gli orpelli grafici pacchiani.

6. Crea connessione tra i tuoi hobbies e il lavoro

Un curriculum non è solo l’elenco dei lavori che hai svolto e delle tue competenze tecniche, ma un documento che parla della tua storia di vita, seppur con un’inclinazione professionale. Il lavoro che hai scelto, lo hai scelto per un motivo e alle aziende piace chi si mette in gioco motivando anche le proprie scelte personali. Per scrivere un curriculum vitae efficace impara a parlare anche di te stesso, delle tue passioni (meglio se in qualche modo collegate al tuo lavoro) e delle motivazioni che ti hanno spinto a compiere tali scelte professionali.

7. Sulle interruzioni lavorative e altri buchi

Può capitare che all’interno di un curriculum vi siano dei “buchi”. Periodi di disoccupazione, assenze dal lavoro per motivi di salute, familiari o altro, insomma, mesi o anni in cui non si è lavorato per i motivi più disparati. Qualsiasi siano stati i motivi delle sospensioni lavorative, non inserirle all’interno del curriculum. Un curriculum efficace non è un documento di giustifica, ma un’autodichiarazione circa le proprie competenze. Tutte le spiegazioni del caso possono essere date in sede di colloquio.  

8. Non superare le due pagine

Ognuno ha le sue esperienze e più si lavora meglio è. Ovviamente. Il curriculum, però, deve far colpo su chi lo visiona in pochissimi secondi. Non c’è tempo, quindi, per sfogliare pagine e pagine di esperienze e competenze. Anzi, molte volte più sono lunghi, meno vengono letti. Se hai molte esperienze lavorative, usale a seconda dell’azienda presso cui ti stai candidando. Rimuovi quelle non interessanti per la posizione a cui ambisci, oppure riducile al minimo, in modo da far risaltare solo quelle interessate. Se hai molto da dire, usa una bella lettera di presentazione da allegare al tuo curriculum efficace.

9. Non mettere esperienze troppo lontane o che non c’entrano nulla

Come già detto, la quantità non decreta la qualità e scrivere un curriculum vitae efficace vuol dire andare dritti al punto in pochi secondi. Quindi, se hai fatto delle esperienze lavorative molto lontane nel tempo e che magari non hanno nessuna attinenza con la posizione per cui ti stai candidando, rimuovile e fai spazio a ciò che davvero conta.

10. La tua biografia

È bene che all’interno del tuo curriculum sia presente anche una tua breve presentazione. Introduci la tua persona in una sezione ben visibile del documento. Poche righe per dire chi sei e collegare la tua personalità al lavoro che svolgi: allenati a narrare te stesso, sintetizzando in un breve testo chi sei, cosa ti piace e perché il tuo lavoro ti entusiasma!

Clicca qui sotto per scaricare liberamente il file pdf con la guida rapida e se hai trovato utile le mie strategie, condividi l’articolo!

© Psicologia nella Rete di Gabriele Vittorio Di Maio Cucitro. All Rights Reserved.

Facebook Comments

Condividi:

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x