Nonne influencer e greynaissance: le over 70 spopolano sul web

Se dico “influencer”, a cosa pensi? A Chiara Ferragni, forse, o qualche altra bellissima ragazza che, attraverso foto, post e video, allieta le giornate dei suoi follower. E invece no, o almeno non solo. Il fenomeno delle nonne influencer sta spopolando: donne over 70 che diventano popolari sui social con le loro vite. Si chiama greynaissance ed è la realtà delle signore over che aprono un nuovo capitolo della propria vita sui social network, riscuotendo grande successo. Ma quali sono i motivi? Perché alcune donne anziane diventano vere e proprie star dei social?

Chi sono le nonne influencer

Se pensi ancora che i social siano per i giovani, è arrivato il momento di aggiornarti. Se è vero che gran parte degli adulti ha poca dimestichezza con l’uso degli strumenti informatici, contemporaneamente stiamo assistendo ad un fenomeno in crescita esponenziale: quello delle nonne influencer. Sono sempre di più le donne over 70 che emergono sulle piattaforme social, in modo particolare su Instagram. Come molto spesso accade, il fenomeno è partito dagli Stati Uniti, ma sta prendendo piede anche in Italia.
Qualche esempio? Joan quotidianamente insegna ai suoi follower (più di 800mila) a tenersi in forma. Come? Così:

I segreti del successo delle nonne influencer

Come fanno le over 70 a diventare influencer? Quali sono i loro segreti? Vediamo alcune delle strategie più efficaci per avere successo sui social.

Abbattere gli stereotipi

Gli stereotipi culturali vogliono che gli influencer siano ragazze e ragazzi giovani, magari molto avvenenti, che puntino quindi sulla loro estetica e la loro vita patinata. Ma questo non è sempre vero. I social pullulano di persone avvenenti, magari ricche, che però non riescono a coronare il sogno di diventare influencer. Perché? Perché propongono contenuti banali, visti e rivisti, che non attraggono più il grande pubblico. Chi infrange i soliti stereotipi, invece, ha più possibilità di attirare l’attenzione e guadagnarsi la fiducia dei follower. Gli influencer over 70 vanno contro il pensiero comune, secondo cui anzianità = passività, ed incontrano il pensiero di molte persone che hanno la stessa idea, ma che non sanno o non possono esprimerla al mondo intero.

Mio nonno ha detto…

Più la tecnologia fa passi avanti, più si fa grande il fenomeno della ricerca delle origini, come fonte di sicurezza. Questo si traduce nella ormai nota ilarità che producono i post riguardanti i nonni sui social.
Chi condivide la battutina fatta dal nonno o dalla nonna, si assicura sempre qualche like di approvazione. I nonni, con la loro mentalità di altri tempi ed i loro pensieri spesso buffi, fanno sorridere, ispirano tenerezza e quindi spingono alla condivisione. Lo sa benissimo qualche furbetto dalla mentalità imprenditoriale che ha aperto account social agli ignari nonni, condividendone le avventure e raggiungendo migliaia di follower.

Nonne influencer: non solo marketing

Al di là di strategie di marketing studiate a tavolino, però, ci sono anche storie vere, realmente accadute. Si tratta di storie di riscatto, di percorsi interiori verso la rinascita e il ricongiungimento con il proprio io più profondo. Sono le vicende di chi ha vissuto una vita di ferite, eventi traumatici e gravosi ed ha trovato sui social un modo per rinascere. È così che i social si configurano come un diversivo, un modo per uscire dalla crisi, e a volte incontrano l’approvazione ed il sostegno del grande pubblico.
E chi ha molti anni alle spalle, come le nonne influencer, ha più cose da raccontare e magari più dolori da elaborare. Aprirsi ai social può essere terapeutico e mezzo di condivisione che, si sa, è particolarmente auspicabile e da incoraggiare durante la terza età.

Make-up e moda della terza età: l’Age Diversity

Si parla di Age Divesity per riferirsi a quel fenomeno culturale che investe vari campi, tra cui quello dell’arte, e che vede l’abbattimento delle barriere anagrafiche. O meglio, l’età anagrafica c’è, ma non è più un problema o motivo di ritiro sociale! Ruth Van Winke, ad esempio, divenuta influencer alla veneranda età di 85 anni, definisce se stessa come “colei che ti ruba il marito dal 1928”, a suon di post conditi con ironia e paillettes.
Ma non di sole donne estrose sono fatti i social. Il fenomeno delle nonne influencer riguarda anche le donne comuni, configurandosi come un modo per non vedere i segni dell’età come limitanti o deturpanti. Sono molte, infatti, le youtuber over 70 che quotidianamente girano video tutorial di make-up e condividono idee innovative di cura e bellezza del corpo per le coetanee.

La prossima volta che qualcuno dirà che i social sono solo per giovani, mostragli questo articolo!

© Psicologia nella Rete di Gabriele Vittorio Di Maio Cucitro. All Rights Reserved.

Facebook Comments

Condividi:

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x